BabbiBabbi

Uomini che affrontano la paternità…

Archive for the ‘vacanza’ tag

Sciare? SI ma dove?? ….

with 7 comments

OK! Passato il primo test sulla neve, (3 gg – di cui vorrei fare un resoconto) e visto l’ineguagliabile successo riscosso, la famiglia “Fantozzi” si propone di avventurarsi in una bellissima settimana bianca, ricordo di gioventù per i genitori, sogno incredibile per il quasi 5enne (“Una settimana senza scuola a sciare tutti i giorni!!! SIIIIIIIII!!!”).Decisa la compagine, decisa la data, si tratta di decidere il posto. E qui viene il problema.

Punti fermi:

  1. Hotel, decoroso ma non da zio Paperone, mezza pensione (HB);
  2. Vicino anzi direttamente sulle piste, necessario un tapis roulant;
  3. Attività ludico ricreative nei dintorni (paesino di montagna, terme, pattinaggio sul ghiaccio …). Punto ovviamente richiesto dalle signore.

Riconosco che ci sono tanti posti che soddisfano i punti sopracitati, specialmente 1 e 3. Per il punto 2 ecco … perchè le mappe delle piste e impianti NON riportano i tapis roulant???  Spesso è indicato un parco giochi, un kindergarten o parchi a tema con attrezzature più o meno complesse (dai castelli gonfiabili, all’asilo vero e proprio). Ma è imposibile capire se c’è un tapis roulant.

Perchè tutta questa importanza al tapis roulant? Conoscendo il mio nano, avendo visto com’è andata la prima esperienza sulla neve (nb: 1/2 giornata di sci) credo che sia importante un approccio soft. Il pupo non è uno che si butta, è timoroso, ha paura di cadere, la neve è fredda …  però, si è divertito e si è divertito perchè gli riusciva.

Si accettano consigli e proposte …

Queste le prove del successo :

Share

Written by Jago

gennaio 9th, 2010 at 8:06 pm

Posted in Viaggiare

Tagged with , ,

i cavalloni

with one comment

onda su onda

onda su onda

Giornata sulla costa maremmana con forte vento di scirocco, una sciroccata. Sulla spiaggia della Feniglia significa vento di mare e cavalloni, onde alte e divertenti, per un adulto. Più difficile l’approccio se si è alti 95cm e non si sa ancora nuotare. ma tale era il divertimento che non potevo non cogliere l’occasione anche per unopuntozero. Gli ho proposto il bagno con i cavalloni e, con mio grande stupore, ha accettato.

Va detto che a inizio giugno non toccava neanche l’acqua, si allontanava dalla battigia quando arrivava l’onda. Ora dopo un mese di mare entra in acqua da solo e si bagna senza problemi, un pò di paura rimane sempre, ma il mare un pò grosso poteva fare ancora spavento.

Insomma entriamo in acqua e già a pochi metri dalla riva si capisce che non sarà un bagno come gli altri. Le onde sollevano schizzi e bagnano senza preavviso. Insomma c’è da divertirsi o da spaventarsi. Il piccolo è in braccio a me, si sente sicuro. Si bagna un pò anche se quando arriva l’onda gli faccio scudo e lo proteggo un pò. In effetti gli schizzi non gli piacciono, è un pò in tensione. Si bagna sempre di più mentre avanzo e l’acqua sale. Salgono anche gli spruzzi e lo bagnano quasi completamente. l’acqua mi arriva all’ombelico, lui ha i piedi in acqua. Ancora onde. Ancora spruzzi. Si asciuga la faccia e mi fa “Babbo, ma cosi forte le onde però no, mi entra tutta l’acqua in bocca

A quel punto ho provato a spiegare che non dipendeva da me e che se la bocca la teneva chiusa di acqua non ne sarebbe entrata. Però non devo essere stato molto convincente visto che è voluto uscire.
A quel punto si che mi sono divertito, come un bimbo cresciuto.

Alla fine quello che si è divertito di più sono stato io.

Share

Written by Babbo Leo

agosto 24th, 2009 at 3:39 pm

Posted in famiglia,sport

Tagged with , , , ,

Parchi acquatici!

with one comment

acqAcqua e scivolo: un binomio vincente per tutte le età! In Italia ci sono circa 50 impianti e questa è la mappa! Lo scorso weekend abbiamo trascorso un bel sabato all’ACQUAVILLAGE di Cecina (LI). Nel caso di una vacanza in Toscana può davvero valere la pena passare una giornata, intensa e stancante, ma assolutamente divertente sia per i grandi che per i piccini. Il posto offre numerosi ombrelloni, prato, sdraio e servizi vari (bar, self service, tavolini per pic-nic …) e in generale è molto family-oriented. Il biglietto costa 18 euro per gli adulti e 14 il ridotto (3-11 anni). Gli scivoli sono di quattro tipi (Kamikaze, Anaconda, “Ondulato” e “Buio”), per i minori di 12 anni ci sono due scivoli dedicati così come per i più piccoli (foto). Calcetto saponato, calcio balilla umano, piscina con onde artificiali, piscina con idromassaggio, campo da beach volley e giochi d’acqua vari completano l’offerta! Contro: la mattina dopo ero a pezzi…

Share

Written by Jago

luglio 13th, 2009 at 10:56 am

Posted in famiglia,gioco,Viaggiare

Tagged with , ,

al telefono

with one comment

i nani sono al mare e quando posso chiamo, ma non troppo.

Read the rest of this entry »

Share

Written by Babbo Leo

luglio 4th, 2009 at 12:01 am

Posted in famiglia,gioco

Tagged with , , ,

La moglie in vacanza…l'amante in città

with 7 comments

Una premessa: in questo post non parlo di bambini, pappe e pannolini ma di babbi o ancor meglio di uomini momentaneamente senza bambini pappe e pannolini.

“La moglie in vacanza…l’amante in città” è il titolo di un film della così detta commedia sexi all’italiana con protagonista Lino Banfi, ed il nesso con babbibabbi a prima vista può sembrare difficile.

Pensandoci meglio mi sono accorto che invece è più semplice del previsto, basta chiedersi che cosa  fa un babbo quando la moglie (e quindi i bimbi) è in vacanza?

La risposta è semplice: un babbo una volta liberato dal ruolo del padre torna immediatamente ad essere un maschio, nel significato peggiore del termine.

Ottimo, e cosa fa un maschio da solo in casa per una settimana? Read the rest of this entry »

Share

Written by principebabbo

giugno 19th, 2009 at 2:08 pm

La pazienza non è una virtù

without comments

Non una delle mie.
Per carità, ho un sacco di attenuanti generiche e del caso.

  • Era molto caldo
  • Ero stato svegliato alle sei senza poi riaddormentarmi bene visto che 2.0 oltre ad avermi svegliato puntava i propri piedi sul mio costato
  • Avevo litigato con mia moglie per futili motivi e la discussione si era protratta a lungo anche durante il viaggio verso il mare
  • Il carretto per il mare dava problemi di assetto che innervosivano la mia pedata.

Poi la goccia. Si, quella che fa traboccare il vaso. Vaso con capienza limitata e che avrebbe voluto in quei momenti essere su una spiaggia deserta. Nessuna cosa particolare, niente altro che deserta.

Insomma per farla breve per mezz’ora ho badato a entrambi i puntozero e tanto mi è bastato per sclerare. Uno piange e il secondo chiama. Il grande vuole lavarsi le mani ma non vuole avvicinarsi all’acqua. Il piccolo mangia troppa sabbia e si lamenta.

Insomma, niente di che, però è bastato a farmi giocare il jolly. Ho svegliato la mamma che riposava. Ha capito la situazione e ha sentenziato. “Hanno fame e sonno“. Cazzo. Non ci avevo pensato.

Dopo 10 minuti dormivano tutti e due. Hanno dormito due ore e passa ed è stato un pomeriggio fantastico.

Ma allora è vero che il mare rende nervosi?

Share

Written by Babbo Leo

giugno 14th, 2009 at 3:04 pm

Posted in Pargoli

Tagged with , ,

contrordine, compagni

with 2 comments

non dovevo essere davanti al pc in questo momento, avrei dovuto guidare verso il mare con i puntozero a russare sul sedile posteriore e la moglie accanto a tentare di tenermi sveglio. Invece no.

Quando si prepara qualcosa con i piccoli occorre sempre stare all’erta e pronti all’imprevisto e rapidi a invertire la rotta. Avremmo dovuto salpare le ancore dopo cena. Il piano era di portarli al mare stasera e ripartire domenica lasciandoli in cura ai nonni godendosi un pò di giorni nel silenzio di casa. (Grazie Nonni Grazie).
Invece poco prima di cena la temperatura di duepuntozero è salita vertiginosamente fino a sfiorare i 39°. Se toccava a noi spupazzarlo si partiva uguale, ma andare al mare e lasciarlo malaticcio dai nonni non ce la siamo sentita. Arcipuffolina, tutto rinviato e si sta a casa.

Magari con un pò di tachipirina in un paio di giorni ci si cava.

..e piove pure.

Share

Written by Babbo Leo

giugno 6th, 2009 at 11:10 pm

Posted in Viaggiare

Tagged with , , ,