BabbiBabbi

Uomini che affrontano la paternità…

Se il bimbo piange e non sai che fare…

with one comment

… chiama Obama!

Share

Written by beffatotale

giugno 22nd, 2011 at 2:01 pm

Posted in Senza categoria

Tagged with ,

l’ho fatto anche io

without comments

The Force

la forza

Anche se un pò diversamente ma in pratica gli ho detto, facendoglielo credere, che la macchina aveva i comandi vocali. Ho detto “accendi luci” e ho premuto sul telecomando il pulsante che accende le luci dell’auto. E lui, “ooohhh”. Gli ho chiesto se voleva provare e non appena lui ha detto “Spengi luci” ho premuto l’apposito pulsante e lui “Babbo, bello…”

Share

Written by Babbo Leo

aprile 5th, 2011 at 4:53 pm

Posted in video

Tagged with ,

Varicella

without comments

Babbo anche Elisa e Bianca e anche Filippo sono a casa perche hanno i punti come me ma Elisa ha tanti punti. Io ho pochi punti. Elisa ne ha tanti. Davvero, babbo hai capito?

Share

Written by Babbo Leo

aprile 1st, 2011 at 9:49 pm

Posted in medicina

Tagged with ,

Paturnie

without comments

loro lo sanno

Lo fanno apposta sono degli specialisti, ogni giorno ne inventano una. Come dei politici professionisti del dibattito. Non se ne scappa. Una roba che non ti lasciano parlare, non hai modo di ribattere, se la inventano, se la creano, se la gestiscono da soli. La meglio di solito è ignornarli, ma non sempre è possibile.

paturnia
[pa-tùr-nia] paturna s.f. (pl. -nie)
spec. al pl.pop. Umore scontroso e malinconico ‖ Cattivo umore: avere, far venire le paturnie

Read the rest of this entry »

Share

Written by Babbo Leo

aprile 1st, 2011 at 5:32 pm

Posted in Senza categoria

Elementari, Watson

without comments

Da un pò di tempo unopuntozero si lamentava quando la mattina doveva andare a scuola. Era nervosetto, si impuntava. Qualche volta piangendo pure.

w la squola

w la squola

Poi gli passava, arrivava a scuola contento e beato. Nessun problema. O meglio, evidentemente smetteva di essere un problema quello che prima sembrava un problema. Ma che cos’era? Mistero.

Ci si è dovuta mettere la nonna ad indagare. Insomma ha cominciato prendendola larga e stringendo sempre di più intorno al nocciolo della questione. Read the rest of this entry »

Share

Written by Babbo Leo

marzo 31st, 2011 at 7:59 pm

Posted in Senza categoria

Tagged with , , ,

ci mancavano le lucette

without comments

Alla fine, dopo un mese che le voleva ci siamo arresi e le abbiamo prese.

La gioia in persona è scesa nel sorriso di unopuntozero e da circa 48ore non se ne va. Read the rest of this entry »

Share

Written by Babbo Leo

marzo 28th, 2011 at 2:07 pm

Posted in segnalazioni

Tagged with , ,

sci sci

without comments

Sembrerà banale ma siamo stati a sciare a portare i nani a sciare.

sciando

Ecco la prima sorpresa che sto razionalizzando solo ora è che mi sono pure divertito. Cioè, non ho sciato ma mi sono divertito. Non mi è pesato per niente non sciare. Roba che se anni fa mi avessero detto, Tu, giovane uomo, andrai in montagna ma non scierai. Ecco, non sarei andato.

Fine delle discussioni.

Oggi invece…

Read the rest of this entry »

Share

Written by Babbo Leo

marzo 23rd, 2011 at 9:02 pm

Posted in apprendimento,sport

Figli pezz’core però c’è un limite…

with one comment

Tratto da la nuova Ferrara:

I figli son sempre figli” per la Corte di Cassazione che ribadisce che i genitori devono provvedere al loro sostegno economico anche in età adulta se non sono in grado di mantenersi da soli. Il caso esaminato dalla Corte riguarda il mantenimento di una ragazza maggiorenne, laureata e anche sposata. I Supremi giudici hanno stabilito che questa figlia poco più che ventenne e disoccupata, nonostante il matrimonio, deve essere mantenuta anche perchè il marito, ancora studente, non è in grado di farlo.

La questione posta ai giudici riguarda un assegno di mantenimento a seguito di un divorzio di una coppia della provincia di Bologna. Il Tribunale di Ferrara, nel 2006, “aveva modificato le condizioni di separazione personale tra marito e moglie esonerando quest’ultimo dal mantenimento della figlia, ormai maggiorenne perchè autosufficiente”. Decreto confermato anche dalla corte d’Appello di Bologna secondo la quale “la figlia aveva conseguito un titolo di laurea spendibile nel mondo del lavoro e soprattutto aveva contratto matrimonio dimostrando perciò di aver raggiunto piena indipendenza economica”.

La ex moglie ha fatto ricorso in Cassazione e la Prima Sezione Civile, lo ha accolto. Più volte, infatti, la Cassazione ha ribadito come l’obbligo di mantenere i figli “non cessa automaticamente con il raggiungimento della maggiore età ma perdura, indipendentemente dall’età di costoro” fino al “completamento degli studi” e “all’avviamento degli stessi ad una professione” a meno che non si dimostri che il figlio per “inescusabile trascuratezza o per libera ma discutibile scelta, o per propria colpa non sia stato in grado di raggiungere l’indipendenza economica”.

In questo caso la figlia, non aveva creato una nuova famiglia, ma era tornata a studiare, per ottenere una seconda laurea, ed era rimasta a vivere dalla madre con tanto di giovane marito, sposato a Santo Domingo, prima, e poi in Italia.

C’è un limite a tutto. Non si tratta di essere padre o madre ma di buonsenso, di rispetto e dignità. Ma anche e soprattutto di leggi da rivedere.

Share

Written by Jago

gennaio 27th, 2011 at 12:37 am

Posted in famiglia,moglie

Tagged with ,

Il silenzio dei padri

without comments

Riporto una interessante considerazione di Claudio Fava.

Non solo il cavaliere, non solo le ragazzine, non solo le maitresse e gli adulatori, non solo gli amici travestiti da maggiordomi, le procacciatrici di sesso, i dischi di Apicella e la lap dance in cantina: in questa storia da basso impero ci sono anche i padri. E sono l’evocazione più sfrontata, più malinconica di cosa sia rimasto dell’Italia ai tempi di Berlusconi. I padri che amministrano le figlie, che le introducono alla corte del drago, le istruiscono, le accompagnano all’imbocco della notte. I padri che chiedono meticoloso conto e ragione delle loro performance, che si lagnano perché la nomination del Berlusca le ha escluse, che chiedono a quelle loro figlie di non sfigurare, di impegnarsi di più a letto, di meritarsi i favori del vecchio sultano. I padri un po’ prosseneti, un po’ procuratori che smanacciano la vita di quelle ragazze come se  Read the rest of this entry »

Share

Written by Babbo Mac

gennaio 24th, 2011 at 11:48 am

Posted in babbi

stanco

without comments

Scena serale, ore 22 circa.

Tutti stanchi ma unopuntozero non vuole saperne di andare a letto. Si trascina, è nervoso e uggioso. A un certo punto vuole mettersi sulla poltrona del nonno, costringendolo ad alzarsi. Lo blocco chiedendogli perchè. “perchè sono stanco…”

E ilbabbo “..ma se sei stanco, ci mettiamo il pigiama e si va a letto”

Unopuntozero “No, il pigiama no,  non sono stanchissimo”

Share

Written by Babbo Leo

agosto 30th, 2010 at 4:37 pm

Posted in Frasi famose