BabbiBabbi

Uomini che affrontano la paternità…

il treno dei desideri

with 8 comments

treno in legno

treno in legno, set base

Non avevo idea del coperchio che avrei sollevato regalando a nano 1.0, in occasione della nascita di nano 2. 0, un set di trenini in legno della Eichhorn. Il regalo aveva lo scopo di allentare la tensione che si sarebbe potuta creare dalla presenza del nuovo personaggio in famiglia. Diciamo subito che l’obiettivo è stato

centrato, ma siamo andati ben oltre. Il treno di legno è stato infatti eletto a gioco del momento. Momento che dura da 6 settimane consecutive. E sappiamo quanto la classifica dei giochi dei bambini sia soggetta a scossoni e improvvisi rovesci.

Detto questo, e visto che potrebbe capitare anche a voi, vediamo qualche dettaglio utile.

Il sistema è tutto sommato assai semplice. I binari sono in legno con incisi due solchi, dove corrono le ruote dei treni (locomotive e carrozze). Ogni binario ha a ciascuna estremità un buco e un pippolo, come se fossero due pezzi di un puzzle da incastrare. L’incastro è volutamente piuttosto flessibile per evitare crisi di nervi ai bambini pensavo io. Ma non solo. Ogni carrozza o locomotiva è dotata di magnete e con questo

scambi complessi

scambi complessi

semplice quanto misterioso (per i bambini perlomeno) sistema è collegata una all’altra fino a formare un convoglio vero e proprio.

Il mio set iniziale da Dreoni con una quarantina di pezzi è costato un pò più di 30 euro. Ma di fatto ogni altro costruttore che lavora con lo standard Vario-System (a volte si parla di standard BRIO) è adatto. Come potete immaginare, visto che c’è uno standard di compatibilità condiviso. ci sono varie marche e vari prezzi. Il consiglio è quello di testare il gradimento del bambino con un set piccolo, ce ne sono di minuscoli ma che possono servire per valutare l’idea.

vario system

vario system

Alcuni sono molto cari altri meno, ad esempio l’Ikea con la serie LILLABO. Le marche che usano il sistema VARIO sono tra le altre BRIO®, Thomas & Friends™ ,  Eichhorn® , Maxim®, IMAGINARIUM e IKEA.

Un  punto piuttosto interessante è la flessibilità che il sistema di aggancio consente.

“[Vario-System] track is intentionally designed with a little bit of ‘play’, meaning that you can wiggle the pieces around in the joints to make the track fit together at slight angles and even pull it slightly apart. This is necessary because the curved tracks create 45º angles, and basic geometry tells you that a 45º angle leads to distances that are multiples of the square root of two. It would therefore be extremely difficult to manufacture properly sized tracks that fit together perfectly in even a moderately complex layout. Through the use of this ‘wiggle room’, tracks can instead be pulled around enough to make a decent fit that would otherwise be impossible.”

( dal sito di John Mechalas sulla modellazione in 3D dei treni in legno)

Altra cosa positiva a mio avviso è il materiale scelto, che in un mondo sempre più plastificato offre ai piccini una consistenza diversa.

Il sistema poi può crescere e svilupparsi diventando una passione piu da adulti, forse. Sono disponibili, incastri, scambi, binari doppi, case, ponti, pilastri e via via dettagliando. Quindi una grande serie di accessori e possibilità che hanno come freno lo spazio in casa e il portafoglio dei genitori.

qui trovate (in inglese) una comparazione utile tra i vari produttori

qui (in inglese) un’altra guida piuttosto esaustiva

..adesso tutti in carrozza, si parte!

ma attenzione agli incidenti ferroviari..

Share

Written by Babbo Leo

settembre 29th, 2008 at 9:38 pm

Posted in gioco

Tagged with , , , ,

8 Responses to 'il treno dei desideri'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'il treno dei desideri'.

  1. Finalmente qualcuno che ha fatto un po’ di chiareza. Erano giorni che cercavo di capire la compatibilità tra le varie marche, soprattutto ero interessata alla compatibilità ikea (di cui abbiamo diverse decine di pezzi) con gli accesseori eichhorn, magari con qualche innesto di lusso di Thomas. Purtroppo un treno thomas che ho comprato non va bene con i binari ikea, e questa cosa mi aveva trattenuto dal fare altre acquisti, anche perchè li dovrò fare via internet, perchè dove abito io non ho trovato questa marca.
    Grazie, mi sei stato utilissimo.
    Barbara

    Barbara

    22 dic 08 at 18:31

  2. Il tuo post è un pò vecchio spero comunque di avere risposte è difficile trovare discussioni sull’argomento… sto comprando a mio figlio dei pezzi del sitema brio mescolandolo fondamentalmente con quelli ikea, i binari sono molto più economici…però ho molti problemi perchè i locomotori elettrici tendono ad uscire soprattutto in curva, avevo preso un modello SMART TRACK e l’ho restutuito in cabio di uno piccolino verde che va molto meglio, adesso ne ho ripreso un secondo ricaricabile verde ed esce da i binari in curva… è un problema visto quello che costano, vorrei prende il grande locomotore rosso ma non so che fare vorrei sapere se con binari brio o Eichhorn andrebbe meglio. Mi sai dare qualche risposta?

    Daniela

    3 ago 09 at 21:25

  3. @Daniela,
    grazie per la fiducia che riponi nelle mie conoscenze.

    Quello che so in più che non avevo messo nel post è che posso sconsigliare i pezzi che non siano tutti in legno, ikea ha gli incastri (maschio\femmina) in plastica e non tornano sempre bene. A onor del vero devo dire che anche quelli completamente in legno se di marche diverse non si incastrano perfettamente.

    Per quanto riguarda l’uscita in curva potrei pensare, se non hai già provato, a fare curve piu dolci oppure a vedre se cambia qualcosa lavorando sulla potenza delle batterie o almeno sulla erogazione di potenza. Ad esempio ci sono delle batterie AA da 1,5V (quelle gialle di Ikea) ma anche da 1,2 V (ad esempio le ricaricabili LADDA di Ikea).

    Non so se ti sono stato di aiuto.Ciao

    brindellone

    5 ago 09 at 17:19

  4. Oggi ho verificato la compatibilità di binari Eichhorn e Brio: la cosa funziona, anche se mi sembra che ci sia un po’ di tolleranza sui profili… ma il treno viaggia, e questo basta! a Natale verificherò anche la compatibilità dei mezzi (Babbo Natale ha già messo da parte una locomotiva).

    Babbo J

    6 dic 09 at 17:49

  5. In effetti bisogna sempre essere un pò tolleranti, non guasta mai.

    Babbo Leo

    8 dic 09 at 23:12

  6. Passata definitivamente la prova: mix Eichhorn-Brio sia per binari che per mezzi.

    Babbo J

    31 dic 09 at 17:49

  7. [...] l’anestetico satellitare e ci siamo messi dopo cena a giocare in camera. Duepuntozero ai trenini di legno e unopuntozero a disegnare. quattro, chè non lo [...]

  8. Per tutti voi interessati al bellissimo gioco del trenino in legno segnalo un altra marca che importo per il mio negozio direttamente dall’Inghilterra: la BIGJIGS.
    Nel negozio on line http://www.pupistoys.com potete trovare tantissimi set, più o meno grandi, e accessori belli e divertenti! E’ compatibile con la maggior parte di altre case (provata la compatibilità con IKEA, BRIO, HEROS, EICHORN) Abbiamo anche il sistema delle “strade in legno” da abbinare alle ferrovie per costruire delle vere città…
    Visitateci e scoprite la collezione e tante novità che introduciamo durante l’anno. Saremo lieti di accogliervi!

    Karol

    27 feb 12 at 13:35

Leave a Reply