BabbiBabbi

Uomini che affrontano la paternità…

non li freghi

with one comment

Piuttosto sono loro a fregarti.

quelli col mulino

"quelli col mulino"

Allora unopuntoezero e duepuntozero la mattina fanno colazione con i biscotti. E fin qui.

Fanno colazione con i Biscotti del Mulino Bianco, e fin qui.

Fanno colazione solo con i biscotti del Mulino Bianco.

Fanno colazione solo ed esclusivamente con il rispettivo tipo di biscotti del Mulino Bianco.
In particolare unopuntozero con le Macine (“quelli con il buco”) e duepuntozero con i Tarallucci (“quelli con il Mulino”)

Nessun problema, direte voi, io invece dico di si.

Perchè si devono tenere le scorte, che come tute le scorte a volte finiscono perchè quei birboni dei genitori si sono scordati di ricomprare. Finisce anche il caffè, quindi può finire anche la scorta di biscotti.

Vabbè basta andare all’alimentari sotto casa e prendere quello che c’è, tanto l’importante è fare colazione, no? NO. Perchè senza quel loro biscotto la gioranta comincia storta. E poi trovalo l’alimentari sotto casa…

quelli con il buco

"quelli con il buco"

Giusto per essere educativi, non essere dipendenti da una marca e per far loro capire che ci sono anche altri biscotti degni di essere mangiati, una volta che facevo la spesa io ho preso le confezioni di biscotti della Coop, cioè sempre frollini al miele (tipo Tarallucci) e quelli col buco (tipo Macine) alla panna.

Siccome conosco i miei polli, a casa li ho tenuti nascosti e ho aspettato che finissero quelli originali e ho riempito le vecchie buste con i nuovi biscotti. L’occhio vuole la sua parte e l’avrebbe avuta. Ho iniziato con le Macine, quelli col buco. Al mattino dopo, io che pensavo di suonare sono stato suonato.

Unopuntozero ha preso su il primo biscotto col buco, prima di pucciarlo nel latte lo ha osservato bene e ha sentenziato che la zigrinatura sul retro del biscotto era diversa e che c’era qualcosa di strano in quei biscotti. Ha incrociato le braccia e ha bloccato la colazione. Ce n’è voluto del bello e del buono per convincerlo a riprendere la colazione. Comunque non era del tutto convinto nè soddisfatto.

Qualche giorno dopo l’esperimento è toccato ai Tarallucci. Figurarsi, duepuntozero se n’è accorto dopo 3 nanosecondi. “dove sono i miei biscotti con il mulino? Io voglio i biscotti col mulino”.
Le facce dei genitori erano stupite, da attori nati.
“Non c’è più il mulino? ma che? ma come? Fammi vedere. Toh, è vero. NON c’è piu il mulino. Però il biscotto è lo stesso, su mangia ora.”
“No, voglio quelli col mulino”
“Guarda che col mulino o senza mulino o mangi questi biscotti o la colazione non la fai.” Ha mangiato ma non era convinto.

Dopo qualche giorno, ho rimesso in tavola gli originali (stessa confezione). Il trionfo, il tripudio, la gioia della colazione. “Siii, ecco i miei biscotti”.

Insomma, io il tentativo l’ho fatto.

Ma ho fallito.

E poi, digiamolo, i gusti son gusti e quelli col mulino piacciono di più pure a me.

Share

Written by Babbo Leo

novembre 27th, 2011 at 7:56 pm

Posted in cibo,mangiare

Tagged with ,

One Response to 'non li freghi'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'non li freghi'.

  1. Cavoli, io ho fatto una faticaccia boia con la Nana a toglierla dal divano per colazione e a farle mangiare più o meno tutti i biscotti…

    …non ti invidio per il lavoro che c’è da fare :)

    Padre Anomalo

    30 dic 11 at 11:13

Leave a Reply