BabbiBabbi

Uomini che affrontano la paternità…

Author Archive

Se il bimbo piange e non sai che fare…

with one comment

… chiama Obama!

Share

Written by beffatotale

giugno 22nd, 2011 at 2:01 pm

Posted in Senza categoria

Tagged with ,

Un dono per te, un dono per noi

without comments


La ludoteca del Quartiere 2 ”La Tana dell’Orso”di viale De Amicis 21, non è solo un luogo per bambini ma offre spazi di conoscenza e confronto anche ai genitori, in modo da scambiarsi esperienze e svolgere anche attività per favorire la crescita del bambino, specie nei primi mesi di vita. Una di queste iniziative, “Un dono per te, un dono per noi”, sarà in calendario a partire da domani, martedì 4 maggio dalle 10 alle 11,30. Un laboratorio in cui i grandi realizzano piccoli giochi da regalare poi ai cuccioli di pochi giorni fino a nove mesi. In pratica i genitori saranno guidati da persone esperte a prendere coscienza dei bisogni dei propri figli piccoli anche attraverso la costruzione di giocattoli adatti alla loro età. Si replica anche l’11, il 18 e 25 maggio, stesso orario. Info e iscrizioni, tel. 055 2767452.

Share

Written by beffatotale

maggio 3rd, 2010 at 1:07 pm

Filastrocche in cielo e in terra

with 4 comments

rodariUn bellissimo regalo nella calza della Befana di “A Day in the life“, il blog di Francesco Locane. E pensare che Leonardo aveva gia’ ricevuto il libro di carta per i suoi primi sei mesi…

Se fosse vivo, in questo 2010 appena iniziato Gianni Rodari avrebbe compiuto 90 anni. Mi sembra strano non avere mai parlato di Rodari in questo blog, che pur spesso si occupa delle (ed è occupato dalle) mie parole: a lui, infatti, è strettamente legato al mio amore per i libri, la lettura e la scrittura, ma non solo. Grazie alle letture di Rodari sono, nel bene e nel male, quello che sono oggi. Come molti, anche io sono stato educato da Gianni Rodari, nonostante sia scomparso quando io non avevo neanche due anni. Ho molti dei suoi libri, che mi sono fatto leggere e rileggere, prima, e che poi ho consumato da solo.

Ma non si tratta solo dei libri. A metà degli anni ’70, infatti, Antonio Virgilio Savona iniziò a lavorare su Filastrocche in cielo e in terra, uno dei libri più famosi di Rodari, uscito nel 1960. Voleva musicarlo, e farne un disco per la sua etichetta “I Dischi dello Zodiaco” (che, per dire, pubblicava all’epoca i dischi degli Inti Illimani). Per questo si fece aiutare, reclutandola come cantante, da sua moglie, Lucia Mannucci. I due erano… metà del Quartetto Cetra, nientepocodimenoché.

Il disco è uscito nel 1976: qualche anno dopo io ne ho avuto la cassetta, che ho ascoltato centinaia di volte, per fortuna senza consumarla. Perché qualche giorno fa l’ho riversata in digitale e ve la regalo, in comodo archivio contentente file mp3 taggati e con tanto di copertine (scansionate dalla cassetta originale). Pare che in rete non ve ne sia traccia, e la cosa mi rende decisamente orgoglioso, perché…   Be’, perché. Perché le parole di Rodari sono quanto di più alto la nostra letteratura abbia mai espresso, e le musiche di Savona funzionano al punto tale che pare che le Filastrocche, in realtà, fossero testi di canzoni. Perché se avete dei bambini piccoli li farete felici (e, quando gli fate ascoltare la cassetta, pardon, il cd, direte loro che è un cd di ADayintheLife (cit.)). Perché se siete stati piccoli e avete amato Rodari, non riuscirete a smettere di ridere e di piangere. Perché è bene iniziare l’anno con qualcosa di bello e puro come queste Filastrocche in cielo e in terra.

Per una volta, fidatevi e scaricate, quindi diffondete e, soprattutto, fatemi sapere. Sarà bello ritrovarsi a canticchiare, sparsi in luoghi e tempi diversi.

Buon anno a tutti, di cuore.

Scarica Filastrocche in cielo e in terra.

Share

Written by beffatotale

gennaio 5th, 2010 at 4:24 pm

Partly Cloudy

without comments

Share

Written by beffatotale

novembre 24th, 2009 at 12:22 am

Posted in Senza categoria

Tagged with , ,

Sogni di Rock’n'Roll

without comments


Lo so che i bambini buoni alle nove dovrebbero essere a letto. Ma ieri sera e’ stato troppo forte il richiamo del rock: sobillato dallo zio Cosimo, ho convinto il babbo e la mamma a portarmi al mio primo concerto: Parodi, Larocca e soprattutto la Gang live a Pian di Sco’, un’occasione unica.
E non importa che il pubblico delle grande occasioni fosse composto da una trentina di affezionati, qualche vecchietto a paseggio per la piazza del paese e qualche borvghese che se n’e’ andato via sdegnato dal brano di apertura dei fratelli Severini (il futuro l’hanno già programmato/non ci saranno guai/sotto controllo l’informazione/parola d’ordine omologazione, lega e qualunquismo – anno 1991). Non importa se dopo pochi accordi la fame ha avuto il sopravvento e se, nonostante l’energia profusa dalla band sul palco, alla fine il sonno ha vinto: il mio primo concerto per festeggiare i miei 4 mesi e’ stato bellissimo. E per premiare il mio entusiasmo, i Severini mi hanno pure dedicato un pezzo, quello che porta per titolo uno dei nomignoli con cui mi chiama il babbo…

…da parte a parte, da strada a storia
sorelle e fratelli vi dico che è tornato

il Bandito Trovarelli…


Share

Written by beffatotale

settembre 14th, 2009 at 10:53 am

Posted in feste,Viaggiare,video

Babbo Nerd

with 3 comments

Via PaulTheWineGuy, la culla che ogni babbo nerd ha sempre sognato. Ovviamente tutto open source…

Share

Written by beffatotale

settembre 7th, 2009 at 12:15 pm

Posted in nanna,video

Tagged with , ,

Regole e scaldabagni

without comments

Lo stimolo suggerito per un mese di vita

Lo stimolo suggerito per un mese e mezzo di vita

Sdraiato sul fasciatoio in bagno per la rituale pulizia di primavera degli sfiatatoi, il ranocchietto ormai da qualche tempo guarda misteriosamente, incantato, un punto alle mie spalle. Da quando ha imparato a sorridere qualche giorno fa, ogni tanto esplode anche in una selva di sorrisetti e gridolini… e mi volto per capire la fonte di tanta soddisfazione, ma non vedo nulla. Lo prendo in giro, chiedendomi cosa ci trovi di tanto bello nella porta bianca del bagno, forse qualche apparizione di Madonna con Santi. E poi, dopo giorni e giorni, seguendo meglio la direzione del suo  sguardo rivolto un po’ verso l’alto, nei pressi dello scaldabagno, capisco che la lucetta rossa dell’avvenuto contatto che ogni tanto, improvvisamente, si accende e si spegne e’ la fonte di tanto incanto. Altro che i giochini specifici indicati da libri e manuali come fonte di sviluppo irrinunciabile di nuove abilita’ di relazione in funzione alla sua eta’, e che lui snobba disdegnosamente! E’ invece davvero speciale come riesca a dar segno di prendere, sorprendentemente, una direzone imprevista e scelta da lui in moltissime situazioni, nonostante gli remi contro, come ad ogni bambino, molta dell’impostazione pedagogica in voga.

Read the rest of this entry »

Share

Written by beffatotale

luglio 2nd, 2009 at 1:54 am